Salento, non solo Lecce.

Alcuni indicano che il suo nome derivi dalla leggenda di un mitico re messapico, il Re Sale. Altri lo farebbero derivare da "salum" ovvero terra tra i due mari. Altri ancora raccontano che il suo nome derivi da un' antica popolazione di cretesi i Salenti. Fatto sta che il Salento è conosciuto da tutti e se lo consideriamo da un punto di vista linguistico, architettonico, folkloristico ed enogastronomico, la penisola salentina si caratterizza per tratti comuni che la distinguono dal resto della regione.

Cicerent.com - Tutta un'altra storia.

Periodo consigliato

Consiglieremo l'estate, ma alcuni luoghi come Lecce, Otranto o la stessa costa e Gallipoli, non meritano tanta attesa.

Da Vedere

Lecce

Il suo centro storico è chiuso nelle antiche mura intervallate dall'Arco di Carlo V, da Porta Rudiae e da Porta San Biagio, è ricchissimo di opere d'arte con tanti esempi di Barocco Salentino.

Otranto

Otranto fa parte del "club" Borghi più belli d'Italia. Il suo territorio è ricchissimo di storia e nella sua chiesa più importante, quella dedicata a Santa Maria Annunziata, sono custoditi le reliquie dei Martiri d'Otranto

Gallipoli

Il suo nome deriva dall'antico classico, Καλλίπολις (Kallípolis) e significa "città bella". Il suo centro storico si trova su una piccola isola al largo, e ospita alcuni luoghi di culto come la cattedrale di Sant'Agata.

Costa

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare delle coste del Salento. C'è solo l'imbarazzo della scelta. Da Marina di Pescoluse a Gallipoli, da Santa Maria di Leuca a Otranto. Devi solo decidere quanto tempo restarci

Galatina

Info e prenotazioni



NOTA! Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati, si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo con la navigazione in altra maniera acconsenti all'uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo